La guida definitiva alla Nuova Privacy su Facebook

facebook-grande-fratello

Da poco tempo Facebook ha rivoluzionato le proprie impostazioni sulla privacy presentandone una versione semplificata ma paradossalmente causa di molte incomprensioni fra gli utenti. Molti di voi sono venuti a cercarmi chiedendo istruzioni per proteggere la privacy sul social network, poiché, causa sviste, molti profili che prima erano chiusi (privati) sono misteriosamente diventati aperti (pubblici).

In questa nuova guida, aggiornamento della versione precedente, vi spiegherò dove sono andati a finire i vecchi controlli della privacy e cercheremo di configurare le impostazioni al meglio per proteggere la nostra riservatezza.

new_privacy_fb

Le nuove impostazioni sulla privacy sono accessibili a questo link. Sono state suddivise in 5 blocchi:

  1. Informazioni del profilo

  2. Informazioni di contatto

  3. Applicazioni e siti web

  4. Ricerca

  5. Elenco utenti bloccati

1. Profilo

Clicca per ingrandireLe impostazioni del profilo sono in assoluto le più importanti. Permettono di controllare chi può vedere le informazioni sulla pagina del tuo profilo.

A parte l’impostazione “Familiari e situazione sentimentale” che io ho scelto di nascondere, potete impostare tutto come in figura. Particolare attenzione meritano le impostazioni evidenziate.

Se non volete che una pessima o imbarazzante foto (o ancor peggio video) con il vostro tag si ritrovi nella vostra bacheca e nello strem in home page, vi consiglio di impostare “Foto e Video in cui sei taggato” a “Solo io” , in questo modo sarete i soli a vederle/i. Dovreste poi cliccare su modifica impostazioni degli album fotografici [ b) ] per gestire le impostazioni album per album. Una novità introdotta con le nuove impostazioni riguarda la foto del profilo; in pratica il controllo della privacy viene effettuato sull’album “foto del profilo”: quindi se impostate l’album a “Solo amici” chi non è vostro amico non vedrà la vostra foto del profilo.

Ad un’altra impostazione è stato dato particolare rilievo. La possibilità di vedere come un amico vede il nostro profilo. Questa funzione la trovate in alto [ c) ] su ogni pagina delle impostazioni sulla privacy.

2. Contatto

Clicca per ingrandireIl secondo blocco di impostazioni riguarda le informazioni di contatto. Oltre che ad impostare tutto su “Solo amici” è importante gestire le impostazioni “Aggiunta agli amici” e “Invio di messaggi”.

Personalmente ho scelto di nascondere le email dal profilo; ho invece aperto la visualizzazione dei siti internet a tutti.

 

3. Applicazioni e siti web

Clicca per ingrandireLe applicazioni su Facebook sono sviluppate dai developers (soggetti estranei a Facebook) e comprendono i giochi, i quiz e le altre applicazioni di varia utilità. Questa pagina permette di gestire le informazioni che le applicazioni aggiunte dagli amici possono estrarre dal vostro profilo(deselezionate tutto). Permette inoltre di gestire le applicazioni bloccate e gli amici dai quali avete ignorato gli inviti.Clicca per ingrandire

La prima impostazione (“Cosa condividi”) rimanda alla pagina di Impostazioni applicazioni utile per gestire le impostazioni sulla privacy di ogni singola applicazione aggiunta al profilo.

Su molti profili, con le nuove impostazioni, i box che le applicazioni aggiungono al profilo sono visibili a tutti , anche a chi non è tra gli amici. Per ovviare al problema selezionate l’opzione “Aggiunte al profilo” nel menu a tendina [a)]; cliccate, applicazione per applicazione, su “Modifica impostazioni” [b)] e impostate la privacy su “Solo Amici” [c)]. (Clicca sull’immagine per ingrandire).

4. Ricerca

Clicca per ingrandireNon fatevi coccolare dall’allettante avviso di Facebook che spiega che false voci sono state messe in giro riguardo l’indicizzazione dei profili da parte dei motori di ricerca. Clicca per ingrandire

Non indicizzare il profilo è una delle impostazioni essenziali non tanto per una mancanza di stima o fiducia verso Facebook, quanto per un discorso professionale. Non voglio che ci cerca il mio nome su Google trovi il mio profilo su Facebook, perché appunto parliamo di un profilo sociale, privato, che non contiene informazioni che interesseranno ad un ipotetico datore di lavoro.

La prima impostazione permette di controllare la visibilità nella ricerca su Facebook. Consiglio di impostare a “tutti”, d’altronde se vi siete iscritti su Facebook vorrete pure che qualcuno vi trovi cercandovi, no? Ma potrebbe anche darsi che vogliate una totale riservatezza.

L’impostazione successiva [evidenziata in rosso in figura] riguarda l’elenco di ricerca pubblico. Come appena discusso, vi consiglio di deselezionare la casellina in modo da non permettere l’indicizzazione.

5. Blocco utenti

Clicca per ingrandire

Questa opzione ha guadagnato maggiore visibilità con le nuove impostazioni.

Facebook ha voluto mettere in risalto la possibilità di bloccare un utente dal nome o dall’e-mail. Bloccare su Facebook significa rimuovere qualsiasi informazione collegata all’utente, sia voi che l’utente bloccato non apparirete reciprocamente nei profili, foto e video. Viene inoltre impedito l’utilizzo dei messaggi privati, qualsiasi possibilità di comunicazione viene eliminata sul nascere. Se qualcuno vi infastidisce questa è la funzione migliore da utilizzare.

6. Altre impostazioni

Ulteriori impostazioni sono presenti sul vostro profilo; come in figura, cliccando su impostazioni avrete nuovi controlli riguardo ai commenti alle notizie pubblicate in bacheca ed alle notizie pubblicate da amici.

Altre impostazioni vi verranno chieste ogni volta che condividerete un contenuto (foto, video, link o aggiornamento di stato).

Per ulteriori informazioni e istruzioni leggete questo post su trucchifacebook.com .

 

Conclusioni

I suggerimenti presenti in questa guida sono solo frutto di opinioni personali che siete liberi di seguire o meno. La privacy su Facebook è un argomento da molti sottovalutato, si pensa sia un gioco senza cercare di guardare oltre.

Le nuove impostazioni hanno causato non pochi fraintendimenti e problemi tra gli utenti; molti non hanno configurato le nuove opzioni lasciando le impostazioni predefinite. Con questa guida spero di aver fatto un po’ di chiarezza in modo da salvaguardare voi e la vostra amata privacy.

Se credi che le informazioni contenute in questa guida siano importanti, se tieni ai tuoi amici e vuoi invitarli a leggere questo post, condividilo. Clicca qui di sotto. Grazie