Tutti gli articoli taggati con socialnetwork

Privacy, Wikileaks, TV, Report e Social Network

privacy

Facebook, Google, Twitter, Social Network, Web e Privacy. Le parole chiave che frullano nella mia testa da più di 2 anni; ne parlo spesso, sia sul web sia con gli amici, con sconosciuti o con familiari. Non esiste quasi più una conversazione che non abbia al suo interno la parola Facebook o qualcosa a questo legata; e non c’è da spaventarsi, è una rivoluzione come sempre ribadisco; voi ne fate parte in ogni istante, sta a voi capirlo e agire di conseguenza. Basta aprire gli occhi o pensare due volte prima di pubblicare qualcosa, pensare due volte prima di accettare un’amicizia e passare un po’ ti tempo ad impostare la privacy dei vari profili online.

Questo articolo è uno sfogo di riflessioni, considerazioni e suggerimenti. I miei consigli e trucchi per navigare tranquillamente, capire il Web e salvaguardarsi da azioni ingenue e utenti in malafede.

Continua…

Spout – i social network non sono mai stati così dinamici

Un paio di giorni fa giochicchiando con l’AppStore del mio iPhone, mi sono imbattuto in un’applicazione decisamente originale che non conoscevo. Si tratta di un visualizzatore di news e flussi di informazioni (feed reader o socialnetwork) dallo stile dinamico e personalizzabile. L’app in questione altro non è che Spout.

Continua…

Google Buzz – il social network firmato Google

google_buzz

Da pochi giorni non si parla d’altro: Google Buzz! La guerra di Google a Facebook e Twitter sul campo di battaglia dei social network. Google ha presentato al mondo la sua nuova creatura, un social network simile a Facebook e Friendfeed ma che porta il nome, e con esso i pregi e i difetti, del colosso Google.

In questo post, più che illustrarvi le funzionalità di Buzz vorrei fare delle riflessioni obiettive sul reale contributo di questo servizio; la rete è già ovviamente divisa sull’argomento: c’è chi lo considera una rivoluzione, chi lo considera un prossimo fallimento.

Continua…

Baby Boomer e Social Media

baby_boomers e social media

Ieri con un amico discutevamo sui baby boomer ed il loro approccio con i social media. I baby boomers (la generazione nata tra il 1945 ed il 1964) sono spesso tecnofobici, ossia hanno un approccio sbagliato verso le tecnologie. Se per i giovani l’uso delle tecnologie è uno svago e piacere per i baby boomers è qualcosa che porta frustrazione e nervosismo, un rifiuto. Vi siete mai chiesti il perchè?

Continua…

Il VoIP flirta con i social network

social_voip

Puro gossip. Qualcosa si muove nel mondo del voip. Facebook ha cominciato tutto: è stato lui. Twitter ha dato il contrattacco il giorno dopo. Vediamo le ultime dal mondo del voip.

17 Settembre: Facebook annuncia che presto sarà disponibile la Voice Chat.

18 Settembre: Twitter annuncia che sta testando la possibilità di effetturare brevi telefonate da due minuti.

Continua…

Come cercare le notizie su twitter

twitter-news

Cos’è twitter? Come funziona? Vi avevamo già segnalato degli interessanti video tutorial per spiegarvi, non solo a parole, la diffrenza principale tra twitter e gli altri social network. Infatti con twitter i nostri aggiornamenti dello status (la risposta alla domanda “Che cosa stai facendo?”) sono indirizzati a tutto il web. Ecco quindi che twitter diventa una fonte di notizie in tempo reale.

Continua…

Privacy Facebook: nuove impostazioni a breve

Facebook in una conferenza stampa ha annunciato una riforma delle impostazioni della privacy: gli utenti potranno scegliere se rimanere chiusi nella cerchia dei propri amici o far vedere i propri status a tutto il Web. Ecco qui il nuovo progetto presentato da Chris Kelly, responsabile dell’ufficio Privacy Facebook.

Continua…

Come utilizzare Twitter con un paio di video tutorial

Logo twitterIn italia Twitter non è sicuramente il social network più utilizzato. Molti mi chiedono a cosa possa servire, non ne vedono l’utilità quando c’è Facebook che permette quasi la stessa cosa. “Quasi” appunto. La differenza principale, è che con Twitter i nostri messaggi veloci sono indirizzati a tutti gli utenti e non solo ai nostri amici. In tempo reale si riesce a fare dell’informazione veloce, ne abbiamo visto le sorprendenti capacità con gli ultimi tragici avvenimenti in Iran. Ad ogni avvenimento, migliaia di persone postavano messaggi veloci e grazie ai trend, abbiamo potuto sapere cosa stava realmente succedendo. Facebook al contrario di Twitter, permette di rimanere a contatto solo con i nostri amici, ci permette quindi di “cinguettare” esclusivamente con loro. Per farvi capire meglio l’utilità di questo social network, vi consiglio il video dei ragazzi di CommonCraft che spiega in modo facile e con pochi minuti, come Twitter può esserci d’aiuto sia per rimanere informati, sia per fare informazione sul nostro brand o business. Il video è in inglese.

Twitter come accennato è decisametne utile anche dal punto di vista del marketing. Lo si può usare come mezzo di comunicazione con i clienti, sicuramente vi sarà utile il video, tradotto e sottotitolato in italiano da ICTV, che spiega come usare Twitter per il business.

Se sei iscritto, puoi seguirmi su twitter all’indirizzo http://twitter.com/steo83, per rimanere aggiornati su Splesh! e ricevere segnalazioni di articoli che reputo interessanti.

Facebook introduce gli url con nome utente

Da pochi giorni, forse qualche ora, avrete notato il banner su Facebook che annuncia un piccolo (ma grande) cambiamento: l’introduzione di un’url nominativo al posto di quello alfanumerico per il proprio account.

urlfacebook

Dalle 6:01 del prossimo sabato infatti, sarà possibile assegnare al proprio account un url identificativo del proprio nome. Questo però può voler dire che chi ha un nome abbastanza comune come ad esempio Mario Rossi, dovrà muoversi per tempo per aggiudicarsi mario.rossi, altrimenti dovrà accontentarsi di un meno specifico m.rossi o mariorossi.

I tipi di caratteri ammessi sono tutte le lettere dalla A alla Z, i numeri dallo 0 al 9 e il “.” per dividere il nome dal cognome. Andando alla pagina http://www.facebook.com/username/ è possibile visualizzare il “count down” all’evento. Molto utile per chi (come dicevo prima) ha interesse ad “accaparrarsi” il nome completo avendo il rischio di omonimie.

Perchè questa novità? Perchè in questo modo, nella SERP di Google relativa al vostro nome, Facebook comparirà tra i primi posti con tutta probabilità, facendosi in questo modo sia pubblicità che dando un servizio in più ai propri clienti che desiderano essere rintracciati anche grazie al socialnetwork, sopratutto nei casi di chi fa di Facebook un canale di comunicazione con i propri clienti.