I network sociali, rischi e paure

Flickr foto by luc legay

Flickr foto by luc legay

Ed eccoci qui a parlare nuovamente di social network.

Argomento: rischi e paure che iniziano ad affiorare nelle menti dei social network addicted; potrebbe essere un bel titolo per un tema…

Ieri noto con dispiacere che la mia amica Katia ha chiuso il suo account su facebook. Proprio lei che era su facebook da più di un anno, così senza pensarci 2 volte ha disattivato l’account.

E’ qualcosa che sta accadendo, cominciamo a rendercene conto… perchè è facile fomentare paure, basta leggere articoli come questo ed allora tutti avrebbero voglia di cancellare la propria vita sul web.

L’articolo in questione, pubblicato sul Corriere della Sera, è stato probabilmente scritto da qualcuno che di web 2.0 e social network non ne sa poi così tanto. Si parla di un mondo semplice, complicato e pericoloso. Si parla di truffe, CIA, raccolta informazioni, furti d’identità, privacy inesistente e chi più ne ha ne metta.

Il problema di per se è molto vasto, e non può esser certo racchiuso in un post, né tantomeno in un articolo di giornale; però alcune considerazioni devono essere fatte. Paure e rischi:

  1. Il web ospita moltissime informazioni sulla nostra vita.
  2. Facebook non garantisce la privacy.
  3. Siamo sottoposti al rischio del furto d’identità.

1

Risposta: non solo sulla nostra

Ebbene si, il web sa tante cose su di noi?! ma non solo su di noi! Centinaia di milioni di utenti ogni giorno inseriscono i propri dati sul web! Come difendersi lo vedremo più avanti.

2

Risposta: falso

La privacy viene garantita! Basta seguire i giusti consigli! Ovvio che facebook deve dirti che non può garantire al 100% che i tuoi dati non vadano a gente non autorizzata, il sito senza falle non esiste, quindi fb per mettersi al riparo ha voluto sottolinearlo.

Ma in 4 anni di facebook non è mai successo nulla di strano; la privacy, se viene configurata, viene garantita.

3

Risposta: sempre

Se un tuo amico vuole fregarti l’identità non ha certo bisogno di un social network! Il rischio c’è sempre e comunque!


E allora come difendersi?

Sul primo punto basta PRESTARE ATTENZIONE: ogni volta che inseriamo i nostri dati dobbiamo stare attenti. Io ad esempio non do quasi MAI i miei veri dati. Le informazioni sensibili devono essere fornite solo quando strettamente necessario e sotto connessione protetta. In tutti gli altri casi inventiamo nomi!

Sul secondo e terzo punto la risposta è unica: basta selezionare con cura i nostri amici, non fidarsi/aggiungere gente sconosciuta, inserire meno informazioni possibili sul profilo e STARE ALL’ERTA.

Alla prossima!

Condividi questo articolo:

fold-left fold-right
L'autore
Sono un curioso appassionato di informatica, nuove tecnologie e Social Media con una laurea in Economia e Marketing e un MSc in Development Economics. I blog sono da anni la mia passione, maggiori informazioni qui. Se ti fa piacere puoi seguirmi su Facebook: