I nuovi tipi di disco ottico – li conoscete?

cd_chair

Scommettiamo che non conoscete tutte le nuove tipologie di disco ottico? E’ incredibile quanti ce ne siano e quanti ne nascano sotto i nostri occhi. Cercherò di fare una lista elencando i più curiosi e meno comuni, ma prima vediamo in generale: cos’è un disco ottico?

Il disco ottico è una tipologia di supporto di memoria. È costituito da un disco piatto e sottile in genere di policarbonato trasparente. Al suo interno è inserito un sottile foglio metallico, in genere di alluminio, su cui vengono registrate e lette le informazioni tramite un raggio laser. [Wikipedia]

Brevettato nel 1961 e diffuso negli anni 80-90 (con l’introduzione del compact disc nel 1983) è oggi il principale supporto di memoria in commercio.

Le categorie principali di disco ottico sono:

  • Dischi a sola lettura
  • Dischi riscrivibili una volta sola
  • Dischi riscrivibili più volte

cds-01

I nuovi tipi di disco ottico

DualDisc

Il DualDisc, è un tipo di disco che ha un lato simile ad un CD e nell’altro lato ha un DVD. Nato nel 2004 e diffuso l’anno seguente si configura come probabile successore del CD. [Maggiori info]

HD DVD

L’ High Defintion Digital Versatile Disc, nato nel 2003 e morto nel 2008. L’HD-DVD doveva infatti sostituire i DVD e diventare un nuovo standard per i contenuti ad alta definizione ma il progetto è stato abbandonato in favore del Blu-ray. [Maggiori info]

Enhanced Versatile Disc

L’EVD, nato in Cina nel 1999 come risposta ai costi di licenza (troppo alti) dei DVD. Divenuto standard in Cina farà probabilmente la stessa fine dell’HD-DVD in supporto del Blu-ray. [Maggiori info]

Blu-ray Disc

Nato nel 2002 come l’evoluzione del DVD, riesce a contenere fino a 54 GB di dati grazie all’utilizzo di un laser a luce blu. Detiene oggi circa il 16% del mercato. I tipi di Blu-ray più conosciuti sono i BD-R e BD-RE con una capacità di 25GB; ad questi si affiancano le tipologie dual-layer BD-R DL e BD-RE DL che raddoppiano la capacità a 50GB.[Maggiori info]

Multiplexed Optical Data Storage

Il MODS, presentato nel 2004, è in fase di sviluppo da parte di un team di ricercatori dell’ Imperial College di Londra. Potrebbe diventare uno dei successori del Blu-ray Disc. [Maggiori info]

Fluorescent Multilayer Disc

Infine l’ FMD, un formato che entrerà in produzione nel 2012. Il nome si riferisce all’uso della fluorescenza che permette di avere fino a 100 strati di memoria raggiungendo capacità nell’ordine dei terabyte. [Maggiori info]

[l’immagine in alto è la “panda chair” di belen hermosa]

fold-left fold-right
L'autore
Sono un curioso appassionato di informatica, nuove tecnologie e Social Media con una laurea in Economia e Marketing e un MSc in Development Economics. I blog sono da anni la mia passione, maggiori informazioni qui. Se ti fa piacere puoi seguirmi su Facebook: