Tutti gli articoli in software

Dropbox si aggiorna: disponibile la nuova versione 2.0

dropbox2

Dropbox ha rilasciato un aggiornamento per le sue applicazioni desktop che ora si presentano con un look più moderno, pulito e con l’aggiunta di alcune nuove funzionalità. Il più grande cambiamento in questa versione 2.0, sono le notifiche più immediate. Continua…

Come disinstallare estensioni, componenti aggiuntivi e plugin dal browser

Browser

Su tutti i moderni browser è possibile installare estensioni (anche chiamate addon, componenti aggiuntivi o plugin) per estenderne le funzionalità e garantire una migliore esperienza dell’utente con il web e il software utilizzato per navigare. Negli ultimi anni il numero di estensioni disponibili per ogni browser è aumentato in modo esponenziale, grazie alla maggiore diffusione dei browser e al crescente numero di sviluppatori. Molte di queste estensioni sono utilissime e qui su Splesh!web o su altri miei blog come Trucchi Facebook o Trucchi Google io per primo ne segnalo parecchie quasi giornalmente.

Spesso ricevo richieste di aiuto da utenti che installano le estensioni sul browser, le provano, e vogliono poi eliminarle, disinstallarle e riportare il browser come prima. Le estensioni infatti non sono tutte utili…e l’articolo che scrissi tempo fa: Come rimuovere Facemoods, Social Plus e Faceplus da Facebook dimostra come a volte parecchi utenti siano vittima di estensioni che si rivelano abbastanza invasive e più che migliorare l’esperienza di navigazione si comportano come dei malware.

Continua…

Wunderlist – la migliore applicazione per gestire liste di “cose da fare”

wunderlist

Da qualche tempo ero alla ricerca di una buona app per la gestione delle mie “todo list”. Avevo anche abbandonato l’idea di trovare qualcosa di soddisfacente dopo aver provato senza molto entusiasmo servizi quali Remember the Milk, o applicazioni per iPhone come iProcrastinate o Things.

Da qualche giorno sto utilizzando un servizio che ha riportato il mio entusiasmo alle stelle. Finalmente un’applicazione multipiattaforma che fa dell’usabilità e del cloud computing i suoi punti di forza. Sto parlato di Wunderlist.

Continua…

Come ricordare tutte le password

Le 500 password più comuni

Vi ho parlato spesso delle password, dell’importanza di cambiarle spesso, di crearle “complesse” con caratteri alfanumerici e speciali e soprattutto della regola fondamentale di NON usare la stessa password per più siti. Sono dei consigli che vengono ripetuti spesso ma che in pochi applicano. Il perché è facile da trovare; a chiunque sarà venuta in mente la domanda: come faccio a ricordare tante password? Come è possibile inventare nuovi dati di accesso ad ogni registrazione se a malapena ne ricordo uno (e lo dimentico spesso)?

Tempo fa abbiamo parlato del backup e sincronizzazione automatica dei preferiti tra i browser, un software molto utile che in questi anni mi sta facendo guadagnare un bel po’ di tempo, che aggiorna in automatico tutto l’elenco dei bookmark in ogni browser, disponibile persino su iPhone. Quel tool, Xmarks, fa parte della società che vi presento oggi, LastPass.

Continua…

Come spiare un computer di nascosto

Come spiare un computer di nascosto

L’arte dello spiare, i film di 007, l’essere una spia, un agente segreto; un mondo affascinante…E che affascina molti. Cosa significa spiare, perché è cosi affascinante? La definizione parla chiaro:

SPIARE: osservare attentamente e di nascosto il comportamento e l’attività altrui per scoprire, sapere qualcosa o anche solo per ricavarne indizi, elementi utili.

Mettendo per un attimo da parte la definizione del dizionario vorrei fornirvi la mia definizione, collegata a quella appena quotata, letta in chiave economica. Spiare significa ottenere informazioni gratuitamente e senza il consenso della vittima.

Di spionaggio ce ne siamo già occupati più volte sul Blog, soprattutto riguardo Facebook e privacy, ma non solo. Affrontiamo oggi l’argomento in linea generale con la segnalazione di alcuni software in grado di registrare molte attività svolte su un computer.

Continua…

Come ho raggiunto 18.3 Gb di spazio su Dropbox

dropbox

Prima di cominciare invito tutti a leggere il mio precedente articolo: Dite addio a penne e chiavi USB! Usate Dropbox per avere un’idea di cosa stiamo parlando e per cominciare con il primo dei punti che vi elencherò in questo articolo, ovvero creare un account su dropbox.

Consiglio a tutti questo servizio, come già su Splesh!web abbiamo scritto in diversi articoli Dropbox si è negli ultimi tempi rilevato un servizio essenziale, volto a semplificare il nostro rapporto con l’accesso ai contenuti. Il servizio ci mette a disposizione dello spazio gratuito online, sicuro, protetto e soprattutto condividibile con chiunque.

Come spiegato nell’articolo precedente, gli account possibili sono gratuiti o premium, a pagamento. Nel caso di account gratuito lo spazio messo a nostra disposizione è inizialmente 2Gb, espandibile già da subito a 2,25Gb con l’invito di un amico al servizio (nel precedente articolo ho inserito un link al riguardo).

Continua…

Backup e sincronizzazione dei preferiti tra browser

browsers

Ricordate quando vi ho parlato di come fare un backup dei browser? In quell’occasione parlammo di come salvare la configurazione del browser nel caso un giorno ci trovassimo in situazioni di emergenza. L’unica pecca di quei software segnalati è che bisognava aprirli di tanto in tanto, effettuare e salvare un backup.

Ho quindi pensato: qual è, o quali sono gli elementi a cui più teniamo in un browser? Quali elementi vengono aggiornati quasi quotidianamente in modo da richiedere un backup? Le impostazioni di un browser? Le estensioni? No…I preferiti e i dati di login ai siti web.

Continua…

Dite addio a penne e chiavi USB! Usate Dropbox

dropbox01

L’era dei computer può essere suddivisa in diverse fasi caratterizzate dalle tecnologie utilizzate; ad esempio negli anni 90 il supporto per il trasferimento dei dati più utilizzato era il floppy disk, successivamente il floppy è stato rimpiazzato dal Compat Disc e con esso dalle varie tipologie di disco ottico. Oggi i dischi ottici non rappresentano più il supporto principale (i nuovi laptop vengono ad esempio assemblati senza i lettori CD-DVD) sia per la loro limitata capacità, sia per il bisogno di un masterizzatore per scriverci su i dati, sia per il loro facile danneggiamento. Oggi il principale sistema di trasferimento dati è rappresentato dalle memorie di massa portatili.

Stiamo però attraversando una fase di passaggio: chiavi, penne, dischi usb, supporti removibili stanno via via lasciando il palcoscenico verso nuovi servizi più veloci e con numerose funzioni innovative.

Continua…

Come sfruttare al massimo la geolocalizzazione

geolocalizzazione

Foursquare, Twitter e i geotag o l’ultimo arrivato Facebook Places (luoghi),  ultimamente si sente parlare sempre più spesso di nuovi servizi e social network basati sulla geolocalizzazione, ovvero la localizzazione geografica degli individui utilizzando gli innovativi servizi GPS inclusi nella maggior parte dei nuovi dispositivi mobili. Anche Google offre un servizio simile, già discusso sul blog (leggi Google Latitude – scopri dove sono i tuoi amici in tempo reale), che permette di mappare in tempo reale la posizione tramite un qualsiasi smartphone su cui sia installato google maps.

Di localizzazione geografica dei cellulari ce ne siamo già occupati, e l’articolo ha suscitato parecchio interesse. Per questo motivo oggi riprendo l’argomento presentandovi un software che sfrutta la geolocalizzazione al massimo, permettendovi di programmare azioni in base alla vostra posizione, oltre che a tracciare la posizione di dispositivi con GPS integrato come la maggior parte dei palmare e dei cellulari UMTS.

Continua…

Come studiare con i file pdf

PDF-XChange Viewer

Da poco tempo ho ripreso a studiare, come molti di voi, al rientro dalle vacanze estive. Se siete studenti universitari questo articolo è dedicato a tutti voi.

Su Splesh!web parliamo spesso di pdf ; vi ho segnalato diversi software e servizi per sbloccarli, unirli, dividerli, crearli, modificarli online ecc. La grande diffusione di questo formato lo ha portato persino sui banchi di scuola: molti libri, appunti, studi e ricerche sono infatti facilmente trovabili online in pdf. Perché dunque comprare un libro che magari userete poco se è disponibile online in formato elettronico (e-book)? Si può giustamente obiettare che la carta stampata non è paragonabile ad un formato elettronico…ma adesso siamo nel ventunesimo secolo, tutto cambia.

Continua…