Nike+ il lato sociale della corsa

Se c’è una cosa che più mi piace del web come lo conosciamo oggi, è la sua capacità di integrarsi con la vita reale. Come già successo con Waze, di cui ti parlai qualche tempo fa, oggi mi ritrovo ad usare un’altro servizio che mi permette di integrare la vita di tutti i giorni con il web. Grazie infatti ad una perfetta integrazione tra vita reale, mobile ed un’ottima piattaforma web, Nike+ mi permette di condividere i risultati delle mie attività fisiche con una community di scala mondiale.

Per prima cosa l’occorrente:

  • Un iPod o iPhone con applicazione Nike+ GPS
  • tanta volontà

Infatti, tramite questa applicazione non è più necessario utilizzare il gettone/sensore da inserire nelle scarpe, cosa che rimane comunque ancora necessaria se si usa un iPod nano e non un iPhone o iPod Touch.
L’app di Nike è in grado di acquisire dati sulla vostra corsa, come ad esempio velocità, chilometro più veloce, ma sopratutto (vera novità) è in grado di tracciare il percorso che state effettuando su una mappa Google, e di rappresentare l’andatura tramite sfumature che vanno dal rosso per i percorsi effettuati più lentamente, al verde per i percorsi più veloci.

Condivisione mondiale

Una volta rientrati a casa, collegando il vostro dispositivo al PC/Mac, iTunes effettuerà il sync dei  dati ottenuti durante la corsa con il vostro account Nike+, in modo del tutto automatico (se precedentemente settato). Questo vi permetterà di condividere i vostri risultati con la community di Nike o se vorrete anche con i vostri amici di Facebook.

Tutte le possibilità di Nike+

Sul sito di Nike è possibile fare tantissime operazioni: tener traccia di tutte le corse fatte e taggarle per condizioni meteo, tipo di percorso e soddisfazione, oltre che aggiungere una breve descrizione o memo. C’è poi creare una serie di obiettivi: per tempo, distanza, numero di calorie bruciate. Questo vi aiuterà ad aumentare la vostra motivazione e a prendere impegni con voi stessi.

Un servizio simpatico e che ho trovato utile è poi l’ “istruttore virtuale”. Si tratta di un servizio che ti permette di creare una panoramica degli allenamenti da svolgere giornalmente per raggiungere un determinato obiettivo che può essere ad esempio il raggiungere la forma fisica per affrontare una corsa di 15 km a settimana.

GPS e integrazione con Google Maps

La nuova versione della app, non quella già integrata in iOS quindi, ha la possibilità di tracciare su mappa tutto il percorso che effettuiamo, come accennato prima. Condividendo i percorsi sul sito, potrete ripeterlo più volte e diventare il Boss del percorso.

Conclusioni

Insomma, Nike+ aggiunge un livello ludico al vostro allenamento, che lo renderà sicuramente più piacevole.

Sicuramente non è l’unica app sullo Store di Apple che permette di fare questo tipo di servizio, ve ne sono varie e anche di gratuite (ti ricordo che questa App costa 1,59€).

Tu ne hai mai provata una? Che ne pensi? Quale reputi migliore?

fold-left fold-right
L'autore
Esperto di web design, pro blogger, grafica multimediale e comunicazione aziendale, lavora attualmente nell settore di sviluppo software d'interfaccia uomo/macchina. Leggi i miei articoli su DigitalArt, il canale di Splesh! dedicato alla grafica e web design.
  • Francesco

    ma scusa te dici che non bisogna avere un sensore se si è in possesso di un ipod touch…ma come fa a funzionare il nike+ gps se non ha il modulo gps integrato?

  • Francesco

    ma scusa te dici che non bisogna avere un sensore se si è in possesso di un ipod touch…ma come fa a funzionare il nike+ gps se non ha il modulo gps integrato?